7 Feb 2014

Giochi Olimpici Invernali di Sochi 2014: breve guida sulle minacce informatiche

Consigli

Le Olimpiadi Invernali di Sochi stanno per iniziare, la cerimonia di apertura è prevista per oggi nella città russa, la quale sarà al centro dell’attenzione di tutti i media internazionali.

Migliaia di turisti e sportivi di tutto il mondo sono già arrivati nella città del sud della Russia per prendere parte agli eventi.

Con le minacce informatiche sempre più avanzate, manifestazioni così importanti come i Giochi Olimpici Invernali fanno crescere la preoccupazione.

Ci sono vari aspetti da cui turisti e appassionati di sport di tutto il mondo dovrebbero guardarsi bene durante il periodo dei Giochi Olimpici Invernali.

I cybercriminali spesso utilizzano pagine false in cui pubblicano indirizzi web ufficiali dei Giochi di Sochi per vendere biglietti delle gare contraffatti o per raccogliere dati personali degli utenti.

I cybercriminali spesso utilizzano pagine false in cui pubblicano indirizzi web ufficiali dei Giochi di Sochi per vendere biglietti delle gare contraffatti o per raccogliere dati personali degli utenti.

Kaspersky Lab ha già individuato e-mail di spam dove si sfruttano le Olimpiadi Invernali per promuovere vari servizi. Tra le varie e-mail esistono anche quelle dove s’invitano i destinatari del messaggio a guadagnare soldi facili aiutando, per esempio, nella prenotazione di stanze d’albergo o altri servizi turistici e di viaggio per Sochi.

Vi consigliamo caldamente di non aprire alcun allegato di eventuali e-mail sospette o di messaggi privati su Facebook che abbiano come oggetto qualsiasi cosa inerente alle Olimpiadi Invernali: potrebbero contenere un malware. Inoltre, meglio non fare click sui link presenti in questi messaggi perché potrebbero reindirizzare a siti Internet dannosi in grado di compromettere la sicurezza del computer.

Un’altra tradizionale raccomandazione che vale per tutti i presenti ai Giochi Invernali, turisti e non, è di mantenere sempre aggiornate le soluzioni anti-malware a disposizione.

In particolare, i visitatori di Sochi (magari anche voi lo siete) dovrebbero fare molta attenzione quando si connettono alle reti Wi-Fi pubbliche.  Sarebbe meglio evitare l’uso di reti non protette, dal momento che tutto il traffico di dati potrebbe essere facilmente intercettato da un cybercriminale connesso alla stessa rete.

Per effettuare pagamenti online o accedere ai servizi di home banking mediante una connessione Wi-Fi pubblica, sarebbe sempre meglio avvalersi di una connessione VPN o di una soluzione di sicurezza che comprenda anche delle funzionalità in grado di rendere sicure le transazioni online.

Secondo alcuni studi sulle minacce informatiche che potrebbero coinvolgere i Giochi Olimpici Invernali, molte infrastrutture IT sarebbero a rischio in quanto potrebbero subire attacchi da parte di hacker di matrice politica, chiamati anche “hacktivist”.

Le minacce informatiche a cui si può andare incontro sono di due tipi. Eventi di questo genere attirano l’attenzione dei media che, a loro volta, attirano gli hacker “amatoriali”(molti addirittura ragazzini) che, per avere il proprio momento di gloria, provano a chiudere temporaneamente i siti Internet ufficiali dei Giochi Olimpici Invernali o altre risorse Web simili mediante attacchi DDoS. Questo genere di minacce poco sofisticate non preoccupano molto né chi assisterà ai Giochi né gli organizzatori.

Il secondo tipo di minacce riguarda i gruppi di hacker organizzati, i quali sono spesso composti da ingegneri informatici o persino da esperti in sicurezza che sono passati dalla parte del nemico. Sono questi i gruppi che si trovano dietro le cosiddette “Advanced Persistent Threat (APT) e che rappresentano il pericolo più concreto per eventi di grande portata come i Giochi Olimpici Invernali. Questi gruppi sviluppano malware sofisticati per poi iniettarli nelle reti utilizzate da organismi scientifici, militari e governativi. Tali malware vengono impiegati per rubare dati o per manomettere le infrastrutture IT. È sempre difficile gestire minacce di questo tipo e uno degli obiettivi primari di Kaspersky Lab è proprio quello di sviluppare degli strumenti in grado di contrastarle nel miglior modo possibile.

Tutto il team di Kaspersky Lab augura ai partecipanti e agli spettatori dei Giochi Olimpici Invernali di Sochi di vivere un’esperienza memorabile, di divertirsi e di proteggersi nella maniera adeguata dagli attacchi dei cybercriminali.